Ayahuasca, libri in italiano

Questi sono i principali libri sull’ ayahuasca, o su argomenti strettamente correlati, come DMT o sostanze psicotrope in generale, tradotti (o scritti) in italiano.
Ho deciso di pubblicare solo libri che ho personalmente letto e di cui condivido il contenuto. Tuttavia alcuni libri in elenco non li ho letti, ma li ho aggiunti lo stesso perché mi fido degli autori e di quello che potrebbero aver scritto.

Se avete segnalazioni di libri che trattano l’argomento e che non ho elencato, fatemi sapere scrivendo a info@ayahuasca-curandera.it. Li leggerò ed eventualmente li aggiungerò all’elenco.

 

Claudio Naranjo - il rampicante del fiume celestiale
Il rampicante del fiume Celeste
Claudio Naranjo
Naranjo è una delle massime autorità mondiali per la conoscenza dell’ayauhasca e e della sua integrazione come strumento terapeutico nella società occidentale. Questo libro unisce le sue due anime: il ricercatore razionale e scientifico degli anni 60, che approccia le sostanze guardando formule e numeri, e lo spiritualista navigato di oggi che privilegia l’aspetto energetico e magico. Uno dei libri sull’ayahusaca più completi, che tuttavia secondo me pecca di mancanza di uniformità (proprio per l’accostamento di lavori e considerazioni così lontani nel tempo) e un pò di presunzione: nell’analizzare i vari modi ‘ibridi’ di usare l’ayahuasca oggi nella società occidentale, sembra che nessuno vada bene, tranne il suo.

 

Walter Menozzi - Ayahuasca la liana degli spiriti
Ayahuasca: la Liana degli Spiriti
Walter Menozzi
Walter Menozzi è un altro degli ‘ayahusca heroes’, stavolta tutto made in Italy. Al centro del più famoso caso di persecuzione legale a causa dell’ayahusca in Italia nei primi anni 2000, ad oggi è uno dei leader riconosciuti della chiesa del Santo Daime in Italia. E’ grazie alla causa che lo ha visto coinvolto che oggi in Italia possiamo – quasi – tranquillamente organizzare cerimonie senza il rischio di finire in carcere.
Tra i libri che parlano di ayahuasca è un testo fondamentale, non manca davvero niente.
Un’unica pecca: è scritto in maniera molto ‘accademica’, non è di facilissima lettura. Tuttavia vale veramente la pena leggerlo.

 

Bruce Lamb - Lo sciamano del Rio delle Amazzoni
Lo sciamano del Rio delle Amazzoni
Bruce Lamb
Questo è un bel romanzo, scritto in maniera semplice e scorrevole, accattivante e leggero. Parla della storia di un ragazzo bianco catturato dagli indigeni all’epoca dell’industria del caucciù, quando ancora esistevano molte tribù non contattate e gli indigeni vivevano nella foresta, alla loro maniera. Il ragazzo viene addestrato per diventare sciamano e prendere il posto del vecchio capo-villaggio, sciamano a sua volta. Interessantissimo per vedere quale era l’uso dell’ayahuasca prima che l’uomo occidentale ci mettesse lo zampino.

 

jeremy narby - il serpente cosmico
Il Serpente Cosmico
Jeremy Narby
Jeremy Narbi, antropologo europeo che scopre l’ayahuasca nell’ambito delle sue ricerche di dottorato e improvvisamente viene catapultato in un altro mondo. La sua fervida intelligenza gli suggerisce una teoria interessante: fosse mai che le immagini di serpenti che si presentano durante le esperienze con ayahuasca siano rappresentazioni simboliche del DNA? Vuoi vedere che questi ‘spiriti’ che parlano, istruiscono, possiedono conoscenza infinita, altro non sono che le catene di acido idrossiribonucleico tanto care ai moderni scienziati? Geniale. Una lettura imperdibile!

 

I Jivaro, cacciatori di sogni
Josep Fericgla
Ferigla, noto antropologo spagnolo di chiara fama, ha scritto questo libro in cui racconta la sua esperienza di iniziazione all’ayahuasca secondo la tradizione degli indigeni Shuar (Ecuador). Il libro è piacevolissimo da leggere, scorre con facilità ed ha tutte le caratteristiche di un racconto etnografico accattivante. Fericgla ci mette a parte di tutte le sue considerazioni ed esperienze, ed è un reale spaccato di una società che purtroppo oggi già non esiste più. Non ha niente o quasi del saggio accademico, 336 pagine che scivolano giù come un buon vino inebriante.

 

Le tre metà di Ino Moxo
Cesar Calvo
Riuscita a procurarmene una copia usata dopo varie peripezie, ho cominciato a leggerlo, ma lo stile un pò troppo evocativo ed evanescente non mi ha permesso (ancora) di arrivare alla fine. La storia è la stessa raccontata nel libro di Bruce Lamb, ma da un altro punto di vista, quello di una persona che ha vissuto gli anni d’oro dello sciamano in questione, quando ancora viveva sperduto nella foresta ed aveva la fama di essere un grande stregone. E’ comunque un racconto molto interessante, visionario, poetico, misterioso. Anche questo è una fonte preziosa per chi vuole conoscere quel mondo degli sciamani ‘veri’, che oggi è ormai quasi impossibile trovare.