L’ayahuasca e l’ego

Se state leggendo questo articolo avete probabilmente sentito parlare di Ayahuasca. Avete probabilmente anche sentito o letto frasi come “l’Ayahuasca ha il potere di dissolvere l’ego”, “L’Ayahuasca mi ha mostrato la mia morte e ho assistito alla mia rinascita, ora sono Rinato! Sono adesso aperto all’amore, non odio più, comprendo l’amore incondizionato, siamo tutti connessi, siamo tutti uno.”

Ho visto la trasformazione in molte persone, a volte quasi “rapida e indolore”, e altre volte molto più lunga e più dolorosa. Dà una sensazione di liberazione poter vedere e a volte essere coinvolti nella trasformazione dall’incoscienza alla coscienza nell’essere umano. Una vera benedizione.

Non è difficile notare la luce che circonda qualsiasi luogo dove è presente l’Ayahuasca. Tuttavia, mi è diventato sempre più chiaro che l’Ayahuasca lavora veloce con certe persone e con altre no. Durante la mia ultima dieta non potevo fare a meno di notar che il mio Curandero, l’uomo incaricato di seguire la dieta, si stava comportando dall’ego, perché era arrogante e molto rude con le altre persone che erano nel processo di dieta insieme a me, li umiliava sempre. Ogni volta che qualcuno faceva una domanda che metteva in discussione qualcosa, rispondeva semplicemente che il suo ego era troppo grande e che pensava di sapere qualsiasi cosa, per questo faceva domande. Ogni domanda era stupida – e ci si aspettava da noi che non facessimo domande. Se avete mai fatto un periodo di dieta vera, allora saprete che le persone durante questo periodo sono di solito molto sensibili e vulnerabili, e dato che passano molto tempo riflettendo in isolamento, hanno molto tempo tra le mani per pensare e mettere in discussione qualsiasi cosa.

Questo mi ha portato a pensare a come si comporta l’ego. E la mia domanda è stata: “Come può un curandero, o comunque una persona che fa tante diete, avere ancora tutto questo ego?” Sono diventata molto consapevole dell’ego durante la mia dieta e ho cominciato a osservare la relazione tra l’ego e l’Ayahuasca.

Dalla mia personale esperienza so che l’Ayahuasca in qualche modo fa da specchio all’ego – tutte le paure e il caos – ma fornisce anche intuizioni e consapevolezza per riconoscerlo. Ho avuto cerimonie con nessuna spiegazione riguardo a questo, né messaggi né significati, ma sono sicura che se non avessi osservato così bene avrei potuto interpretare e agire, dopo l’esperienza, in modo da favorire il mio ego – che ha un istinto di sopravvivenza tenace – accrescendo, invece che diminuendo, il suo potere.

E’ una sfortuna che molte persone interpretino male l’Ayahuasca e credano che funzioni come una magiatu fai la dieta, bevi la medicina, partecipi alla cerimonia e tutti i tuoi problemi spariscono! Ancora ricordo la mia prima cerimonia in cui pensavo che non avevo nessun problema rispetto a quelli intorno a me. Ho finito la cerimonia sentendomi benissimo e “Sii! Sono guarita!” Dopo la seconda cerimonia ho iniziato a capire che certe ferite, specialmente quelle che erano state sepolte nel profondo e per un lungo tempo, allo stesso modo avevano bisogno di più tempo per riaprirsi e iniziare il processo di guarigione.

L’ego può essere estremamente furbo e testardo e ha le sue proprie strategie di sopravvivenza.

Credeteci o no, potete trovare tutte le risposte che state cercando in una dieta, e a quel punto il vostro piccolo ego manipolerà tutta il vostro processo di integrazione per la sua sopravvivenza. O magari potete rimanere troppo agganciati al mondo dello spirito, il cosmo, le vite passate, oppure, oppure, oppure… e vi dimenticate il vostro processo di guarigione.

Potete anche credere che adesso sapete tutto e potete curare gli altri.

La ricerca della cura veloce v.s. disciplina e costanza

Il punto è che tutti vogliamo una cura rapida, è ciò a cui siamo abituati, ma non è proprio così con l’Ayahuasca. Lavorare / curarsi con l’Ayahuasca è un processo, e come qualsiasi cosa che abbia un peso nella nostra vita, ha bisogno di un duro lavoro e un impegno per raggiungere il risultato sperato. E anche durante il processo di integrazione, quando ancora gli effetti dell’Ayahuasca sono forti e chiari, bisogna proteggere sé stessi vigilando con molta cura la direzione che sta prendendo la nostra evoluzione. Per dirla tutta, ogni cerimonia necessita di una speciale attenzione verso il nostro nuovo Sé che sta emergendo, i nostri sentimenti e le cose che abbiamo imparato.

Molte persone chiedono riguardo ai tempi di integrazione tra le cerimonie, o su quante cerimonie sono necessarie. La risposta a queste domande può venire solo dalla singola persona. Secondo me, tutto dipende da una cosa, che è il livello di coscienza di ogni singolo individuo.

Ascoltate la voce della vostra anima, lei vi dirà se c’è qualcosa di sbagliato, e avete sempre la scelta di ascoltare o ignorare. Avrei potuto ignorare tutti i segnali che mi mostravano che questo curandero ancora non aveva curato sé stesso e non era pronto a curare gli altri, ma invece ho ascoltato la mia voce interiore e sono uscita dalla dieta. Anche se ho perso tutti i miei soldi perché avevo pagato in anticipo, ho pensato ugualmente che questi soldi erano ben spesi.
Ho imparato ad ascoltare me stessa e questo è senza prezzo.

E’ normale essere curiosi dopo aver sperimentato qualcosa di così forte come l’Ayahuasca, con la necessità di fare domande e alleviare i dubbi, i malintesi e le ansietà. Ma se è una questione personale la risposta risiederà dentro la persona e diventerà una propria auto-scoperta, che non potrà essere risposta se non dal proprio stesso processo interno.
La regola con l’Ayahuasca è sempre “è diverso ogni volta per ognuno.

Sviluppate l’intenzione di voler conoscere voi stessi e siate più aperti ad ascoltare la vostra voce interiore. Questa è la vostra vera insegnante e il vostro miglior amico. Voi create la vostra realtà, quindi rendetela bella come voi stessi siete.

 

TRADOTTO DALL'ORIGINALE: http://www.chakapa.com/single-post/2016/09/18/Ayahuasca-And-The-Ego

Articoli correlati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.