Dichiarazione dei popoli e delle nazioni indigene del bacino amazzonico

Dal 31 maggio al 1 giugno 2019 si è tenuta a Girona (Spagna) la terza Conferenza Mondiale sull’Ayahuasca. Le autorità spirituali indigene invitate hanno emesso questo comunicato congiunto.

sostieni ayahuasca-info
Se sei arrivato fin qui forse hai trovato interessante questo articolo. Scarica il pdf «Uso di sostanze psichedeliche nell’era dei media elettronici», in cambio di un piccolo contributo, così sostieni ayahuasca info. Grazie!
FONTE: https://www.ayaconference.com/declaration-by-the-indigenous-peoples-and-nations-of-the-amazon-basin/

DICHIARAZIONE DEI POPOLI E DELLE NAZIONI INDIGENE
DEL BACINO AMAZZONICO

Conferenza Mondiale sull’Ayahuasca 2019

2 giugno 2019

Le autorità spirituali indigene, partecipanti alla Conferenza Mondiale sull’Ayahuasca 2019 in Girona, Catalogna (Spagna), fanno un appello in difesa della Madre Terra e della vita ai governi, alle organizzazioni per i diritti umani e per lo sviluppo, alle Nazioni Unite, ai cittadini e alle società civili di tutti i paesi, in nome dei popoli e delle nazioni indigene del bacino amazzonico.

Denunciamo la violazione dei diritti fondamentali, le minacce ai territori amazzonici e l’uccisione sistematica dei difensori dei diritti umani e dell’ambiente, in paesi come Colombia, Brasile, Perù, Ecuador, Venezuela e Bolivia.

Esigiamo l’annullamento di tutti i progetti estrattivisti e di mega infrastrutture. Rifiutiamo tutti i progetti di profondo impatto ambientale e culturale come la Ferrovia Transoceanica, che ha l’obiettivo di connettere l’Oceano Pacifico con quello Atlantico, attraversando le foreste amazzoniche e gli ecosistemi che sono chiave per la sopravvivenza di bacini acquiferi sacri, di popoli in isolamento volontario e di tutto il pianeta.

Riconosciamo la lotta costante delle donne indigene conoscitrici della medicina ancestrale, tessitrici e guardiane della Madre Terra, creatrici di espressioni artistiche che sono patrimonio dei popoli nativi.

Onoriamo la conoscenza spirituale ancestrale, eredità dei popoli originari che sono i primi praticanti della medicina chiamata Dispani Hew, Kamarampi, Nixipae, Uní, Ambiwaska, Uní Nishi, Datem e Yauna, anche conosciuta a livello mondiale come Yagé o Ayahuasca, e rifiutiamo il commercio indiscriminato e le pratiche scorrette che violano gli insegnamenti etici e spirituali dei lignaggi detentori della saggezza Amazzonica.

Esprimiamo gratitudine alla Conferenza Mondiale sull’Ayahuasca e continueremo appoggiando il lavoro degli organizzatori. Allo stesso tempo, come popoli indigeni, convochiamo un incontro tra le autorità spirituali e i rappresentanti delle organizzazioni del bacino amazzonico, in data da definirsi.

In nome dell’ancestralità spirituale dei popoli indigeni e di tutti i difensori della vita, facciamo un appello alla creazione di un’alleanza globale di tutti i movimenti e di tutti i popoli, per arrestare il cambio climatico e proteggere i diritti della Madre Terra e di tutti gli esseri viventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.